Published Works

Translations

About this Item

Title: Poeti dell'avvenire [1890]

Author(s): Walt Whitman, Luigi Gamberale

Date: 1890

Whitman Archive ID: med.00457

Source: "Poeti dell'avvenire." Canti scelti. Tr. Luigi Gamberale (Milano: Sonzogno, 1890). Transcribed from a photocopy of an original. For a description of the editorial rationale behind our treatment of translations, see our statement of editorial policy.

Editorial note(s): Gamberale's translation is based on the final form of the poem as it appeared in Leaves of Grass. For more on Gamberale's translation, see Marina Camboni, "Italian Translations of 'Poets to Come.'"

Contributors to digital file: Marina Camboni, Elizabeth Lorang, John Schwaninger, and Janel Cayer




image 1

Poeti dell'Avvenire

Poeti dell'avvenire! Oratori, cantori, musici dell'avvenire!
Non ora è il tempo da giustificar me e da rispondere per quello che sono;
Ma levatevi voi, o nidiata nuova, originale, atletica, continentale,
più grande delle finora conosciute.
Sorgete voi! Voi dovete giustificar me.
Io, proprio io, non scrivo che una o due parole additatrici del futuro,
Io non progredisco che un attimo solo, per rovinare, poi, roteando indietro,
entro la tenebra,
Io sono un uomo che vo girandolando, senza mai fermarmi pienamente e volgo
su voi uno sguardo, così a caso: poi rivolgo subito la faccia,
Lasciando a voi il compito di provarlo e definirlo,
Aspettando da voi il significato delle cose.

Comments?

Published Works | In Whitman's Hand | Life & Letters | Commentary | Resources | Pictures & Sound

Support the Archive | About the Archive

Distributed under a Creative Commons License. Ed Folsom & Kenneth M. Price, editors.